• Special offers guesthouse in Umbria

Home page | Archivio News | Il Papa: la Chiesa è nata "in uscita"

Il Papa: la Chiesa è nata "in uscita"

17 settembre 2014

Circa 50mila fedeli hanno salutato il Papa questa mattina in Piazza San Pietro per il consueto appuntamento con la catechesi del mercoledì. Il Papa, a bordo della jeep bianca vaticana, si è spinto ben oltre il colonnato del Bernini e ha anche sorseggiato con la cannuccia un bicchiere di mate offerto da un pellegrino. 

Il Papa poi ha proseguito la sua catechesi sulla Chiesa. «Quando professiamo la nostra fede – ha detto - noi affermiamo che la Chiesa è cattolica e apostolica. Ma qual è effettivamente il significato di queste due parole, di queste due note caratteristiche della Chiesa? E che valore hanno per le comunità cristiane e per ciascuno di noi? Cattolica significa universale. Una definizione completa e chiara ci è offerta da uno dei Padri della Chiesa, dai primi secoli, san Cirillo di Gerusalemme, quando afferma: "La Chiesa senza dubbio è detta cattolica, cioè universale, per il fatto che è diffusa ovunque dall’uno all’altro dei confini della terra; e perché universalmente e senza defezione insegna tutte le verità che devono giungere a conoscenza degli uomini, sia riguardo alle cose celesti, che alle terrestri" (Catechesi XVIII, 23). Segno evidente della cattolicità della Chiesa è che essa parla tutte le lingue. E questo non è altro che l’effetto della Pentecoste (cfr At 2,1-13): è lo Spirito Santo, infatti, che ha messo in grado gli Apostoli e la Chiesa intera di far risuonare a tutti, fino ai confini della terra, la Bella Notizia della salvezza e dell’amore di Dio. La Chiesa così è nata cattolica, cioè “sinfonica” fin dalle origini, e non può che essere cattolica, proiettata all’evangelizzazione e all’incontro con tutti”. 

A braccio il Papa ha aggiunto: “La Parola di Dio oggi si legge in tutte le lingue, tutti hanno il Vangelo nella propria lingua, per leggerlo. E torno sullo stesso: è sempre bene prendere con noi un Vangelo piccolo, per portarlo in tasca, nella borsa e durante la giornata leggerne un passo. Questo ci fa bene. Il Vangelo è diffuso in tutte le lingue perché la Chiesa, l’annuncio di Gesù Cristo Redentore, è in tutto il mondo. E per questo si dice la Chiesa è cattolica, perché è universale”.

“Se la Chiesa è nata cattolica, vuol dire che è nata «in uscita», che è nata missionaria”. E a braccio ha aggiunto: “Se gli apostoli fossero rimasti lì nel cenacolo, senza uscire a pregare il Vangelo, la Chiesa sarebbe soltanto la Chiesa di quel popolo, di quella città, di quel cenacolo. Ma tutti sono usciti per il mondo, dal momento della nascita della Chiesa, dal momento che è venuto lo Spirito Santo. E per questo la Chiesa è nata ‘in uscita’, cioè missionaria. È quello che esprimiamo qualificandola apostolica, perché l’apostolo è quello che porta la buona notizia della Risurrezione di Gesù”.

Avvenire

RICHESTA INFORMAZIONI: Il Papa: la Chiesa è nata "in uscita"


security code